Indice degli argomenti

  • Introduzione

  • avviso inizio lezioni a.a. 2016/17

    Si avvisano gli studenti interessati che le lezioni di Chimica Farmaceutica e Tossicologica II (A-L) per a. a. in corso inizieranno il 10 marzo alle ore 10 presso

    l'aula A- Raffaele Giuliano- CU019.

    Proseguiranno secondo il seguente orario:

    Mercoledì 9-11 Aula A Plesso Tecce (CU018)

    Giovedì 13-15 Aula D Plesso Tecce (CU018)

    Venerdì 9-12 Aula A – Raffaele Giuliano- Chimica Farmaceutica (CU019)


    LA LEZIONE INIZIERA' ALLE ORE 11 A CAUSA DELL'OCCUPAZIONE DELL'AULA A DA PARTE DEL CONSIGLIO DI DIPARTIMENTO.




  • Corso:

    Chimica Farmaceutica e Tossicologica II (A-L)

    • Caratteristiche del corso

      Anno: 4°

      Tipologia: caratterizzante

      Crediti: 11 CFU

      SSD: CHIM/08 - Chimica Farmaceutica

      • Orario lezioni

        II° semestre


        Orario ricevimento studenti

        Mercoledì dalle 12 alle 13

        e-mail: roberta.costi@uniroma1.it

        Stanza 152b

        Istituto di Chimica Farmaceutica

        Dipartimento di Chimica e Tecnologie del Farmaco

        Tel. 06-49913626

        • Calendario esami A.A. 2016/2017

          16 gennaio 2017

          20 febbraio 2017

          13 marzo 2017

          3 aprile 2017

          19 giugno 2017

          10  luglio 2017

          18 settembre 2017

          2 ottobre 2017

          2 novembre 2017

          18 dicembre 2017

          15 gennaio 2018



            • Materiale didattico

              •  2 Farmaci adrenergici File
                Condizioni per l'accesso: Il campo Indirizzo email del tuo profilo non deve essere vuoto
              •  3 Anestetici locali File
                Condizioni per l'accesso: Il campo Indirizzo email del tuo profilo non deve essere vuoto
              •  5 Farmaci anticonvulsivanti File
                Condizioni per l'accesso: Il campo Indirizzo email del tuo profilo non deve essere vuoto
              •  6 Farmaci antipsicotici File
                Condizioni per l'accesso: Il campo Indirizzo email del tuo profilo non deve essere vuoto
              •  7 Farmaci antidepressivi File
                Condizioni per l'accesso: Il campo Indirizzo email del tuo profilo non deve essere vuoto
              •  9 Farmaci antinfiammatori File
                Condizioni per l'accesso: Il campo Indirizzo email del tuo profilo non deve essere vuoto
              •  10 Ormoni steroidei e farmaci correlati File
                Condizioni per l'accesso: Il campo Indirizzo email del tuo profilo non deve essere vuoto
              •  11 Antistaminici H1 File
                Condizioni per l'accesso: Il campo Indirizzo email del tuo profilo non deve essere vuoto
              •  12 Glucosidi cardiocinetici File
                Condizioni per l'accesso: Il campo Indirizzo email del tuo profilo non deve essere vuoto
              •  13 Farmaci antiangina File
                Condizioni per l'accesso: Il campo Indirizzo email del tuo profilo non deve essere vuoto
              •  14 Farmaci antiaritmici File
                Condizioni per l'accesso: Il campo Indirizzo email del tuo profilo non deve essere vuoto
              •  15 Diuretici File
                Condizioni per l'accesso: Il campo Indirizzo email del tuo profilo non deve essere vuoto
              •  16 Farmaci antiipertensivi File
                Condizioni per l'accesso: Il campo Indirizzo email del tuo profilo non deve essere vuoto
              •  17 Farmaci ipolipemizzanti File
                Condizioni per l'accesso: Il campo Indirizzo email del tuo profilo non deve essere vuoto
            • programma a.a. 2016/2017

              Programma del corso di

              CHIMICA FARMACEUTICA E TOSSUCOLOGICA II (A-L)

              Prof.ssa Roberta Costi

              Farmaci Colinergici

              Recettori colinergici: tipologia, localizzazione e funzionamento dei recettori nicotinici e muscarinici. Biosintesi, rilascio e biodegradazione della ACh e conformazione attiva della ACh. Agonisti colinergici: caratteristiche e  design e SAR partendo dalla struttura dell'ACh.Metacolina, carbacolo,betanecolo (s). Uso dei agonisti colinergici. Agenti colinomimetici ad azione indiretta: AChE e suo meccanismo di idrolisi enzimatica. fisostigmina, neostigmina (s). Organofosfati: Dyflos, sarin e ecotiofato. Organofosfati come insetticidi: parathion e malathion e loro antidoto: pralidossima. Inibitori della AChE come "smart drugs" : Tacrina, Donepezil, rivastigmina. Antagonisti muscarinici. Alcaloidi del tropano e loro derivati: atropina, iosciamina, ioscina, omatropina, omatropina metil bromuro, scopolamina butil bromuro, ipratropio. Studi SAR sull’atropina e farmaci da essi derivati: propantelina, tropicamide, benztropina, pirenzepina , triesifenidile, orfenandrina. Antagonisti nicotinici: tubocurarina , decametonio ,suxametonio, pancuronio, atracurio.

              Farmaci adrenergici

              Recettori adrenergici. Biosintesi e catabolismo della nor-adrenalina (NA). Farmaci ad azione diretta e indiretta. Principali impieghi terapeutici dei farmaci agenti sul sistema adrenergico. Studi SAR sulla b-feniletilammina. (-)-Adrenalina (s). Agonisti a1:metaraminolo, ossimetazolina, nafazolina (s). Agonisti a2: clonidina (s) metildopa. Agonisti b: dopamina, dobutamina (s); Agonisti b2: salbutamolo (s), terbutalina,. Agonisti ad azione mista: efedrina, pseudo-efedrina, fenilpropanolammina, amfetamina, metamfetamina. Antagonisti a non selettivi: fenossibenzamina. Antagonisti a1: prazosina (s). Antagonisti a2: yohimbina. Antagonisti b : Propranololo (s), Antagonisti b1 selettivi (IIa generazione): acebutololo, atenololo, metoprololo, . Antagonisti IIIa generazione: labetalolo, Alcaloidi dell’ergot: ammidi semplici (ergometrina, metilergometrina, metisergide, LSD); derivati peptidici: ergotamina, ergocristina, ergocriptina, ergocorniina, bromocriptina. Principali impieghi terapeutici.

              Anestetici locali

              Generalità. Cocaina: caratteristiche strutturali e chimiche. Derivati amminoesterei: benzocaina, procaina, tetracaina (s). Derivati amminoamidici: lidocaina (s),  Studi SAR. Meccanismo d’azione: canali del sodio voltaggio-operati; siti d’interazione. Tetrodotossina e saxitossina (cenni).

              Sedativo-ipnotici ed ansiolitici

              Generalità. Benzodiazepine: scoperta, aspetti sintetici, studi SAR e profilo farmacologico. Benzodiazepine ansiolitiche: clordiazepossido, diazepam (s), clonazepam, prazepam, ossazepam (s), lorazepam, clorazepato. Benzodiazepine ipnotico-sedative: flunitrazepam, flurazepam,  temazepam, triazolam (s), estazolam. Meccansimo d’azione delle benzodiazepine. Classificazione e tipologia dei recettori del GABA. Caratteristiche strutturali e funzionali del recettore GABAA. Antagonisti (flumazenil) e agonisti inversi (DMCM). Barbiturici. Caratteristiche chimiche, chimico-fisiche e farmacologiche. Studi SAR. Fenobarbital (s) e tiopental.

              Antipsicotici

              Generalità sulla schizofrenia. Teoria dopaminergica: localizzazione ed aspetti funzionali dei neuroni dopaminergici. Classificazione e tipologia dei recettori dopaminergici, serotoninergici e glutaminergici. Classificazione dei farmaci antipsicotici. Antipsicotici tipici. Fenotiazine: clorpromazina (s), promazina, trifluperazina, flufenazina,. Caratteristiche farmacologiche delle diverse classi di fenotiazine. Conformazione farmacofora. Studi SAR. Derivati tioxantenici: tiotixene, flupentixolo, clopentixolo (s). Butirrofenoni: aloperidolo, droperidolo. Studi SAR. Antipsicotici atipici. Derivati diazepinici, ossazepinici e tiazepinici: clozapina (s), olanzapina, clotiapina. Derivati benzammidici: metoclopramide, sulpiride(s.

              Anticonvulsivanti

              Generalità sull’epilessia. Principali target dei farmaci antiepilettici. Caratteristiche strutturali e classificazione dei canali del sodio e del calcio voltaggio-operati. Classificazione dei farmaci antiepilettici. Derivati ureidici: fenobarbital, primidone, fenitoina (s), carbamazepina. Analoghi strutturali del GABA: gabapentina, tiagabina, vigabatrina (specifico meccanismo d’azione). Altri farmaci antiepilettici: acido valproico, topiramato,  lamotrigina, felbamato.

              Antidepressivi

               Meccanismi d’azione degli antidepressivi. Classificazione dei farmaci antidepressivi. Antidepressivi triciclici. Caratteristiche generali, studi SAR e meccanismo d’azione. Imipramina (s), clomipramina, desipramina, , nortriptilina, maprotilina. Inibitori selettivi della ricaptazione del 5-HT (SSRI): fluoxetina (s), sertralina. Inibitori delle MAO (IMAO). Classificazione delle MAO e meccanismo della catalisi. Inibitori irreversibili non-selettivi: iproniazide, fenelzina, tranilcipromina (s), pargilina. Meccanismo d’azione degli IMAO. Inibitori irreversibili selettivi: clorgilina, deprenil. Inibitori reversibili delle MAO (RIMA): moclobemide, toloxantone. Antidepressivi atipici: mianserina, mirtazepina, trazodone, bupropione.

              Analgesici oppioidi

              Alcaloidi dell’oppio a struttura fenantrenica e benzilisochinolinica. Morfina: caratteristiche strutturali e farmacologiche. Recettori degli oppioidi: classificazione, localizzazione e caratteristiche biochimiche e farmacologiche. Oppioidi endogeni: encefaline, endorfine. Studi SAR sulla morfina e suoi derivati. Codeina, folcodina, eroina, diidromorfina (s), idromorfone (s), ossimorfone (s), nalorfina (s), naloxone, naltrexone, etorfina (s), buprenorfina, diprenorfina. Oppiacei derivanti da semplificazioni molecolari. Derivati del morfinano: levorfanolo (s), butorfanolo, destrometorfano (s). Derivati benzomorfanici: fenazocina e pentazocina. Derivati 4-arilpiperidinici: meperidina, fentanil, loperamide. Derivati fenilpropilamminici: metadone, destropropossifene, tramadolo. Studi SAR sui peptidi oppioidi.

               

              FARMACI ANTIINFIAMMATORI NON STEROIDEI

               

              Generalità sull’infiammazione. Caratteristiche strutturali generali e meccanismo d’azione dei FANS. Cascata dell’acido arachidonico. Caratteristiche strutturali ed attività biologiche dei prostanoidi. Espressione e caratteristiche strutturali della COX-1 e COX-2. Effetto antipiretico ed analgesico dei FANS e loro effetti collaterali di tipo gastrointestinale. Classificazione chimica dei FANS. Anilidi: paracetamolo e benorilato. Salicilati: acido acetilsalicilico(s), salicilamide, diflunisal. Sindrome di Reye. Fenamati: acido mefenamico e meclofenamato. Acidi arilalcanoici: caratteristiche generali. Indometacina (s), sulindac, diclofenac. Acidi arilpropionici: ibuprofene, naproxene, flurbiprofene, ketorolac. Acidi enolici: fenilbutazone, suxibutazone, bumadizone, metamizolo. Oxicam: piroxicam (s), meloxicam. COX-2 selettivi: nimesulide, celecoxib (s), rofecoxib, valdecoxib.

              FARMACI ANTISTAMINICI H1

               

              Introduzione. Chimica, conformazione farmacofora, biosintesi e metabolismo dell’istamina. Recettori dell’istamina: aspetti molecolari e meccanismi. Classificazione dei farmaci antistaminici H1 e loro applicazioni terapeutiche. Antistaminici H1 di prima generazione: derivati amminoalchileterei (difenidramina, metildifenidramina, medrilamina, clorodifenidramina, bromodifenidramina, doxilamina), etilendiammine (fenbenzamina, tripelenammina, mepiramina, tonzilamina, antazolina), piperazine (ciclizina, clorciclizina, idrossizina, cetirizina), propilammine (desclorfeniramina, dimetindene, triprolidina), antistaminici triciclici e atropisomerismo (prometazina, ciproeptadina). Antistaminici H1 di seconda generazione: terfenadina, fexofenadina, cetirizina, loratadina, acrivastatina. Inibitori del rilascio dell’istamina (khellina e sodio cromoglicato) ed antistaminici “dual acting” (azelastina e ketotifene).

              Scoperta della cimetidina (anti-H2)

               

              FARMACI ATTIVI SUL SISTEMA CARDIOVASCOLARE

               

              Farmaci antiangina

              Generalità sull’angina pectoris. Classificazione dei farmaci antiangina. Nitrati organici: nitroglicerina, isosorbide dinitrato e mononitrato. Effetti farmacologici e meccanismo d’azione. Calcio-antagonisti. Meccanismi dei movimenti e deposito del calcio. Effetti farmacologici ed indicazioni terapeutiche. 1,4-Diidropiridine: nifedipina (s), amlodipina, nicardipina. Studi SAR e conformazionali. Derivati fenilachilamminici (verapamil) e 1,5-benzotiazepinici [diltiazem (s)]. Antagonisti b-adrenergici: propranololo.

               

              Farmaci antiaritmici

              Generalità sulle aritmie e loro classificazione. Classificazione dei farmaci antiaritmici secondo Vaughan Williams e loro meccanismo d’azione. Farmaci di classe IA: chinidina, procainamide, disopiramide. Classe IB: lidocaina, tocainide. Classe IC: propafenone, flecainide. Classe II: propranololo, atenololo, sotalolo. Classe III: bretilio tosilato, amiodarone. Classe IV: verapamil. 

              Diuretici

              Generalità sui farmaci diuretici, loro classificazione e meccanismo d’azione. Diuretici osmotici: mannitolo, sorbitolo, isosorbide. Inibitori della anidrasi-carbonica: acetazolamide (s), diclorfenamide. Diuretici drastici: furosemide torsemide, acido etacrinico (s). Farmaci tiazidici e analoghi: clortiazide, idroclortiazide (s), bendroflumetazide, metolazone, indapamide, clortalidone (s). Diuretici risparmiatori di potassio: spironolattone,  traimtirene, amiloride.

               

              Farmaci agenti sul sistema renina-angiotensina

              Generalità sull’ipertensione e sui possibili approcci terapeutici. Sistema renina-angiotensina, suo coinvolgimento nella regolazione della pressione arteriosa e possibili interventi farmacologici. Caratteristiche e ruolo dell’angiotensina II. Sviluppo degli ACE-inibitori. Captopril (s). Derivati bicarbossilici e loro peculiarità strutturali: enalaprilato, enalapril. Principali applicazioni terapeutiche degli ACE-inibitori. Caratteristiche dei recettori dell’angiotensina II e sviluppo di loro antagonisti. Losartan,  Inibitori della renina: aliskiren.

               

              Farmaci ipolipemizzanti

              Chimica e biochimica dei lipidi plasmatici. Lipoproteine: classificazione e ruolo nei disturbi da iperlipoproteinemie. Classificazione dei farmaci ipolipemizzanti. Sequestranti degli acidi biliari: colestiramina e colestipolo. Inibitori dell HMG CoA reduttasi e relativi studi SAR. Lovastatina, simvastatina, pravastatina, fluvastatina, atorvastatina, vìcerivastatina. Fibrati: clofibrato.

               

               



               





              Ormoni Steroidei e Composti correlati

              Introduzione. Classificazione, nomenclatura, struttura e biosintesi degli ormoni steroidei.. Vie di ottenimento dei composti steroidei. Sintesi del pregnenolone dalla diosgenina. Recettori degli ormoni steroidei (struttura e funzionamento). Controllo neuroendocrino della produzione e della secrezione degli ormoni steroidei. Estrogeni naturali e loro derivati, estrogeni coniugati e semisintetici. Progestinici: progesterone e derivati, analoghi del 19-nortestosterone, progestinici vari, antagonisti del progesterone (mifepristone). Contraccettivi ormonali: principali associazioni e meccanismo d'azione. Sintesi del levonorgestrel. Terapie ormonali sostitutive (in menopausa). Ormone di rilascio delle gonadotropine (GnRH) e suoi analoghi ed antagonisti. Modulatori selettivi dei recettori degli estrogeni. Sintesi del tamoxifene. Antiestrogeni (fulvestrant). Inibitori dell'aromatasi (exemestane, anastrozolo). Sintesi dell'exemestane. Androgeni ed anabolizzanti. Androgeni endogeni. Metabolismo del testosterone. Analoghi semisintetici. Antiandrogeni (flutamide e bicalutamide) Inibitori della 17a-idrossilasi e della 17,20-liasi (abiraterone). Inibitori della testosterone 5a-reduttasi (fìnasteride e dutasteride). Sintesi della finasteride. Corticosteroidi. Mineral- e glucocorticoidi endogeni. Relazioni struttura-attività dei corticosteroidi. Glucocorticoidi di sintesi. Meccanismi antiinfiammatori dei glucocorticoidi. Sintesi del triamcinolone.


              TESTI CONSIGLIATI

              -Gasco, Gualtieri, Melchiorre: “Chimica Farmaceutica” Casa Editrice Ambrosiana

              -Patrick, G. L. “Chimica Farmaceutica” III edizione, EdiSES




              • materiale didattico